La Nascita

Come nasce la nostra associazione

L’Associazione, nata nel 2013, cerca di dare risposta agli innumerevoli problemi che vengono quotidianamente evidenziati dal FORUM “Vivere senza stomaco si può, cuore pulsante dell’Associazione.

All’interno del gruppo, luogo di condivisione, ascolto e sostegno psicologico, gli iscritti raccontandosi, riferiscono  i diversi problemi legati allo stato di malattia, a partire dalla diagnosi che evidentemente, viste le statistiche, avviene tardi. La scelta della struttura nella quale operarsi, la scelta del Centro che abbia possibilmente una unità multidisciplinare, capace di prendersi carico del malato nella sua interezza… queste sono alcune delle problematiche alle quali si cerca di sollecitare la politica sanitaria a dare una risposta adeguata. Desideriamo perciò divulgare l’esistenza di questa patologia che comporta problematiche tali da cambiare la vita della persona colpita e dei loro familiari. Troppo spesso il tumore allo stomaco viene ritenuto una patologia rara e quindi i sintomi vengono sottovalutati, scambiati con gastriti e quant’altro.

Vogliamo anche portare concreti esempi di speranza per chi si ritrova a fare i conti da poco con una diagnosi di tumore allo stomaco e si chiede come potrà essere la propria vita futura.

A chi ci chiede: come possiamo esservi di aiuto, rispondiamo: iscrivetevi all’Associazione. Noi ci siamo con vicinanza, affetto… esperienza.

Grazie

Mission

La nostra Mission

L’Associazione, nata nel 2013, cerca di dare risposta agli innumerevoli problemi che vengono quotidianamente evidenziati dal FORUM “Vivere senza stomaco si può. (Associazione odv)”, cuore pulsante dell’Associazione.

All’interno del forum, luogo di condivisione, ascolto e sostegno psicologico, gli iscritti riconoscono diversi problemi legati allo loro stato di malattia, a partire dalla diagnosi che evidentemente, viste le statistiche, avviene tardi. E quindi,  tramite l’Associazione,  si offrono  quegli strumenti utili, ad esempio, per poter scegliere la struttura nella quale operarsi,  un  Centro ad alto volume di interventi e che abbia una unità multidisciplinare, capace di prendersi carico del malato nella sua interezza… L’’associazione cerca di dare queste ed altre risposte sollecitando  la politica sanitaria in quei luoghi privi, ad esempio,  di PDTA. Desideriamo divulgare capillarmente l’esistenza di questa patologia che comporta difficoltà tali da modificare in modo importante  la vita della persona colpita e quella dei loro familiari. Troppo spesso purtroppo il tumore allo stomaco viene ritenuto una patologia rara e quindi i sintomi vengono sottovalutati, scambiati con gastriti e quant’altro.

Sosteniamo la ricerca, collaboriamo con le Società Scientifiche, organizziamo convegni.

Vogliamo sostanzialmente portare concreti esempi di speranza per chi si ritrova a fare i conti  con una diagnosi di tumore allo stomaco e si chiede come potrà essere la propria vita futura.

A chi ci chiede aiuto, rispondiamo: iscrivetevi all’Associazione.

Oltre a quanto indicato, offriamo gratuitamente la consulenza dei nostri specialisti (patologo, gastroenterologo, nutrizionista, psiconcologo, avvocato)

Grazie

Consiglio Direttivo

dell'Associazione Vivere Senza Stomaco

91953187_10215972109803495_7416817369483313152_n

Claudia Santangelo

Presidente
maria

Maria Troina

Vicepresidente
Antionia_picc

Antonia Guidi

Consigliere
1017028_1395765897319193_1211921354_n-150x150[1]

Damiana Olivieri

Tesoriere
elena_small

Elena Cattaneo

Segretario
angelamaria-150x150[1]

Angelamaria Ferraioli

Consigliere
silvia (1)

Silvia Servizi

Consigliere

Comitato Scientifico

I nostri esperti

Davide Festi, Gastroenterologo  Bologna COORDINATORE
Stefano Cascinu, Oncologo, San Raffaele Milano
Paolo Delrio, Chirurgo, Istituto Pascale di Napoli
Stefano Ferretti , Patologo, Azienda Ospedaliero Universitaria  S. Anna Ferrara
Pierluigi Fracasso, Gatroenterologo,  ASL Roma 2
Luigi  Grassi, Psichiatra,  Azienda Ospedaliera Universitaria S. Anna Ferrara
Manlio Monti, Oncologo IRST Meldola, Forlì
Paolo Morgagni,  Chirurgo, Ospedale Morgani Pierantoni, Forlì
Francesca Pasqui, Nutrizionista, Bologna
Luca Saragoni, AnatomopatologoOspedale Morgani Pierantoni, Forlì
Stefano Rausei, Chirurgo asst valle Olona, Gallarate
Lucia Mangone Oncologo, ASL Reggio Emilia

Pazienti:
Claudia Santangelo, Associazione Vivere Senza Stomaco Si Può
Maria Troina, Associazione Vivere Senza Stomaco Si Può

Gruppo di Lavoro

Eredo / Familiare

Maria Bencivenga, Coordinatore – Verona

Membri:

Bernardo Bonanni, IEO Milano
Silvia Camera, San Raffaele Milano
Giovanni Corso, IEO Milano
Davide Festi, Bologna
Lucia Mangone, IRCCS Reggio Emilia
Paolo Morgagni, Osp. Forlì
Antonio Russo, AOU Policlinico Palermo
Claudia Santangelo, paziente
Luca Saragoni, Osp. Forlì
Gianluca Tedaldi, IRST Meldola

Maria Troina, paziente

 

Soci Ordinari

Entra a far parte della nostra famiglia

Per diventare socio dell’Associazione occorre compilare il modulo Richiesta ammissione socio
Ricordiamo che l’iscrizione vi  darà accesso all’area riservata ai soci con la password che in automatico il sistema invierà all’indirizzo di posta elettronica  indicato.

Contestualmente  inviare al seguente indirizzo di posta elettronica info@viveresenzastomaco.org la contabile del pagamento che avrete effettuato su   c/c sull’IBAN IT20T0303213003010000559973  –  CF: 93085220387  –  BIC/SWIFT: BACRIT21684  – CREDEM, intestato all’Associazione vivere senza stomaco si può odv.

L’area riservata soci, consente la consulenza gratuita ai soci iscritti dei nostri esperti.

Sei già iscritto? Entra nella Community!

Una famiglia con migliaia di iscritti e un team di esperti pronti a darti supporto.